Quando feccia è sinonimo di eco-friendly!

Nobilitare la “feccia” si può, soprattutto se per feccia si intende il residuo insolubile depositato nei vasi vinari dopo la fermentazione del vino.

Ma, nonostante si parli di veccia vinaria, non stiamo parlando della pratica di far maturare il vino sulle fecce ma di un modo completamente nuovo di utilizzarle e cioè trasformarle in materia prima valorizzata per ottenere componenti dedicati alle celle solari fotovoltaiche a colorante organico (di cui le fecce sono ricchissime), le celle di Gräetzel.

Queste celle, simulando il processo di fotosintesi clorofilliana permettono di ottenere corrente elettrica rinnovabile e sostenibile. Inoltre rappresenta un’alternativa ai sistemi tradizionali (celle al silicio) sia per vantaggio economico, sia per metodologie costruttive eco-friendly. Queste celle infatti permettono un riciclo a basso impatto ambientale, sia per l’efficienza di conversione energetica in caso di clima nuvoloso o illuminazione artificiale.

Vuoi saperne di più sull’argomento: Di che si tratta? Di chi é il progetto?
Allora non perdetevi questo articolo!

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*